Wellness

Lorem ipsum dolor sit amet, ex sed nostro pertinax. Aeque placerat ne eum.

Latest Posts

    Sorry, no posts matched your criteria.

facebook instagram twitter

Gambe belle? Ecco i 5 esercizi base per ottenerle

Gambe belle? Ecco i 5 esercizi base per ottenerle

Gambe belle? Ecco i 5 esercizi base per ottenerle

Gambe flessuose ma ben tornite, dalle proporzioni equilibrate e caviglie proporzionate: sono l’aspirazione di tutti, soprattutto delle donne, che per ottenerle  lavorano sul portamento, sull’eleganza dei movimenti, sulla postura. Anche adesso, che gli shorts cedono il passo all’abbigliamento autunnale, ai pantaloni lunghi ma dalla linea a sigaretta e alle gonne indossate con calze trasparenti che mettono in risalto gli arti inferiori.

1. Gambe belle? Con gli squat si può

Ma quali sono gli esercizi più adatti alla bellezza delle nostre gambe? Abbiamo chiesto consiglio a  Ginevra Romano, titolare della palestra Eagle fitness center di L’Aquila. Quali movimenti ci suggerisci?

“L’esercizio principale per lo sviluppo degli arti inferiori è lo squat. Si può eseguire a corpo libero o aggiungere del peso utilizzando, per esempio, il bilanciere. Si portano indietro i fianchi, si piegano le ginocchia e si abbassa il busto, che è sempre eretto: non si flette mai la schiena. Si torna infine in posizione eretta. Obiettivo principale dell’esercizio sono le cosce (quadricipiti e la parte posteriore della gamba) e i glutei.Ritengo che sia l’esercizio migliore per tonificare la muscolatura degli arti inferiori. La semplicità del movimento è tale che lo eseguiamo, incosciamente, ogni volta che ci sediamo e solleviamo da una sedia, basta ricordare di tenere il busto ben eretto, perpendicolare al pavimento.

2. Gli affondi ottimi anche per i glutei

Gambe belle? Ecco i 5 esercizi base per ottenerle

Gli affondi, insieme agli squat, sono uno degli esercizi più efficaci per allenare le gambe. Come gli squat, possono essere eseguiti sia a corpo libero, sia con l’ausilio di manubri o bilancieri. Si tratta di fare un passo in avanti per esempio con la gamba destra mantenendola ben centrata e in equilibrio sulla caviglia. A questo punto si flette la gamba rimasta indietro (la sinistra)  fino a che la gamba destra non abbia formato un angolo retto tra la coscia e il polpaccio. Gli affondi hanno diverse varianti, ognuna delle quali stimola in modo diverso una parte della fascia muscolare. Sono ideali da fare sia a casa, sia in palestra, con ottimi risutati sia per rinforzare i muscoli delle gambe, sia per ottenere glutei sodi e tonici.

3. Il Box Jump: serve un “box”

È un esercizio che è stato reso famoso negli ultimi anni dal Crossfit e dalla pratica dell’allenamento funzionale. Fa parte della famiglia degli esercizi pliometrici e ci aiuterà non soltanto a migliorare, ma a diventare più potenti e veloci. Lo dice la parola stessa: si utilizza un box (un’apposita cassa) per saltarci sopra. la posizione di partenza è schiena diritta e sguardo è in avanti. Le gambe si flettono, come ad eseguire un semi-squat, poi si distendendo durante il movimento di elevazione. Per facilitare l’azione, le braccia si muovono verso l’alto e in avanti assieme al corpo, via via che le ginocchia si avvicinano al petto.
A un primo approccio questi movimenti sembrano indicati a migliorare la propria performance atletica, ma la loro esecuzione è fondamentale per accelerare i processi e gli stimoli metabolici, fondamentali per snellire e migliorare le gambe.

4. Il Jumping Jack: i salti a gambe divaricate

È uno degli esercizi più facili da eseguire in assoluto.
Ma attenzione: i benefici dell’esecuzione sono molteplici, come il miglioramento delle capacità cardiovascolari, il miglioramento della coordinazione e chiaramente la salute e la bellezza dei muscoli interessati.
Si tratta semplicemente di salti (lo dice la parola stessa). La posizione di partenza è a piedi uniti, ma mentre si è in aria si divaricano le gambe (devono essere larghe come le spalle o poco di più) e si alzano le braccia sopra la testa. Le braccia sono leggermente piegate e le mani si incontrano, la schiena è eretta.

5. Il Wall Ball, su e giù per avere gambe belle

È un esercizio funzionale di accosciata che si attua con l’utilizzo di una palla medica, chiamata Madball. “Sembra un esercizio semplice e banale, ma sin dalla prima ripetizione ci renderemo conto che non soltanto cosce e glutei, ma anche arti superiori e addominali lavoreranno a pieno ritmo per garantirci risultati eccezionali”, conclude Ginevra Romano. Si esegue mettendosi frontalmente a un muro, a circa 40 centimetri di distanza, tenendo la palla medica tra le mani all’altezza del petto. Quindi si flettono le gambe mantenendo la schiena eretta, i gomiti sono puntati verso il suolo e scendono (insieme al corpo) all’interno delle ginocchia. Quindi si risale e, quando gambe e bacino saranno tornati nella posizione di partenza, si spinge la palla verso l’alto e la si recupera prima di scendere ancora.

mousse anti cellulite
Mousse gambe gonfie
Per avere gambe belle non dimenticare il massaggio

La bellezza delle gambe però è anche affidata all’uso costante di prodotti specifici, formulati per regalarci una sensazione di leggerezza, per contrastare i gonfiori e la bucchia d’arancia. Creme e mousse che non si limitano a idratare in profondità, ma attive anche sul microcircolo per un buon drenaggio dei liquidi in eccesso. Rendono la pelle morbida, vellutata e delicatamente profumata: Neudren Ice Relax e Neudren Body Shaping sono nate proprio con questo obiettivo. Soffici come nuvole ma super efficaci! Basta massaggiarle dal basso verso l’alto per rendersi conto della differenza. Provale subito!